www.sciupafemmine.it

www.sciupafemmine.it

La Differenza tra lo Sciupafemmine e il Chiavettiere

Tra la figura dello sciupafemmine e quella del chiavettiere c’è una grossa confusione. Più che altro, c’è un equivoco: le caratteristiche che la gente attribuisce allo sciupafemmine sono quelle del chiavettiere. L’equivoco nasce dal fatto che lo sciupafemmine e il chiavettiere trattano lo stesso articolo (femminile, plurale): ma non potrebbe esserci tra loro distanza maggiore. Il “chiavettiere” non s’innamora della donna che concupisce: se lo dice, è per ingannarla. La sua “adesione” a lei è generalmente falsa, e in ogni caso è superficiale, dettata com’è dall’attrazione fisica, e non dall’amore. Lo sciupafemmine è un “amatore”: il chiavettiere invece è un seduttore, che mette in atto delle vere e proprie strategie di conquista, elaborando e mettendo in pratica dei piani che lo portano dritti allo scopo. In poco tempo, e con poca fatica.

Poi, gratificato dalla conquista, passa oltre. Lo sciupafemmine è sempre sincero: il chiavettiere invece è un gran bugiardo. Le bugie hanno le gambe corte, ma a lui non importa: non è che debbano arrivare molto lontano. Conquistata una donna, magari con una serie di balle su di sé, sulla propria consistenza patrimoniale, o anche sull’amore che le porta, dopo che ne ha goduto i favori, che scopra pure la verità. E si mangi le mani per avergli ceduto. Al contrario dello sciupafemmine, che è in via di estinzione, il chiavettiere è una razza in via di estensione.

google html
ads banners